6 modi efficaci per smettere di dipendere dalla felicità degli altri

Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempo di lettura stimato: 4 minuti e 53 secondi
Durata video: 7 minuti e 49 secondi

“La convinzione che un’altra persona vi “renda” felici è errata, perché la felicità è la vostra condizione naturale. La vera felicità si raggiunge quando scoprite che voi e nessun altro siete responsabili di come vi sentite. Se credete che la colpa sia degli altri siete schiavi, perché non potete controllare il loro comportamento né i loro sentimenti.”
Esther E Jerry Hicks

Ti è mai capitato di soffrire a causa degli altri?
O peggio, ti è mai successo di sentirti felice solo nel momento in cui anche gli altri lo sono?

Beh, se così fosse, prova ad immaginare solo per un momento…
Come sarebbe poter vivere relazioni felici e appaganti indipendentemente dallo stato emotivo e dalle scelte che fanno le persone intorno a te?

Se è questo che vuoi imparare a fare, allora preparati a scoprire 6 passi fondamentali che da oggi (forse) cambieranno in meglio la tua idea di felicità.
Prima di tutto…

Ecco perché è così importante smettere (subito…!) di dipendere dalla felicità altrui.

Creare una propria indipendenza emotiva può mettere fine ad un senso di incompletezza, ad una sbagliata concezione per cui ci manca un pezzo se non abbiamo un’altra persona che ci completa.
Avrai già sicuramente sentito parlare del Simposio di Platone e del mito della metà mela. Non trovi sia veramente faticoso trascorrere la propria vita alla ricerca di quello che ci manca?

Prova a prendere una mela, tagliala a metà con un coltello e osserva ciò che accade.
Le due metà perderanno facilmente l’equilibrio e quasi sicuramente cadranno sul tavolo non avendo più la stabilità di reggersi da sole.
Hai mai sperimentato questa sensazione?

In realtà ci siamo scordati che ognuno di noi è nato integro e completo nella sua perfezione ma poi, crescendo, per “guadagnarci” amore, approvazione, attenzioni dagli altri può accadere che iniziamo tradire noi stessi per essere accettati ed amati… rinunciando a gran parte della nostra libertà e felicità!

“Ci hanno fatto credere che ognuno di noi è la metà di una mela e che la vita ha senso solo quando riusciamo a trovare l’altra metà. Non ci hanno detto che nasciamo interi, che mai nessuno nella nostra vita merita di portarsi sulle spalle la responsabilità di completare quello che ci manca.”
Jhon Lennon

Immagina invece di essere:

  • una persona completa, felice ed appagata che entra in relazione con altri
  • una persona che da sola sta bene e insieme agli altri sta ancora meglio
  • che genera crescita e miglioramento
  • che sostiene la sua libertà e quelle delle persone a cui vuole bene
  • che sa essere grata per tutto ciò che ha
  • che stimola il suo successo e quello degli altri
  • che ha fiducia e autostima
  • che scopre e sfrutta pienamente i suoi talenti
  • che crea valore in ciò che fa
  • che alimenta i suoi interessi e le sue passioni
  • che ama in modo incondizionato

Sì insomma, come sarebbe la tua vita se ti amassi e accettassi esattamente cosi come sei?

Immagina che il tuo cuore sia una sorta di serbatoio con un’asticella che segnala il livello di amore contenuto. Quando dipendi da un’altra persona il livello d’amore cresce grazie alla sua presenza ma può anche abbassarsi ad ogni conflitto o azzerarsi se c’è una separazione.
Ti sei mai trovato a “secco” di amore? Non è una bella sensazione, vero?

Immagina invece di essere tu il generatore continuo di quell’affetto, tu puoi scegliere di tenere il tuo cuore costantemente al massimo livello, facendo strabordare l’amore che contiene indipendentemente dalla presenza altrui…

La felicità è la tua condizione naturale.
Per quanto tempo l’hai delegata ad altri?

Ecco 6 modi efficaci per sviluppare la tua indipendenza e iniziare ad essere felice a prescindere dalla felicità altrui!

Se ti interessa approfondire questo aspetto, nel nostro corso online GRATUITO “30 giorni per la tua trasformazione personale“, 5 dei nostri esperti life coach, ti accompagneranno passo passo lungo un percorso di crescita e cambiamento, attraverso il quale potrai acquisire una nuova consapevolezza delle tue potenzialità e risorse, e iniziare a vivere la tua vita come hai sempre sognato.

1°- OCCUPATI SOLO DELLA TUA ZONA DI POTERE

Quanto spesso dedichi il tuo tempo e la tua energia, mentale e non solo, a voler controllare o cambiare un’altra persona?
In Neurosemantica e nel Metodo Tutta Un’Altra Vita®, di cui sono facilitatrice e Coach certificata, si parla approfonditamente di un aspetto fondamentale per vivere felici, indipendentemente dagli eventi esterni e dalla altre persone.

Cosa si intende per zona di potere?
La vera unica zona su cui hai pieno controllo e influenza!
Si tratta della tua capacità di poter scegliere i tuoi pensieri, gestire le tue emozioni, scegliere le parole che usi per comunicare e le azioni che compi.

Ciò significa smettere di lamentarti scaricando la colpa sugli altri e vivere pienamente la tua responsabilità, ovvero essere abile a dare le risposte a ciò che la vita ti offre.
Questa è libertà.
Ricordati che nessuno ha il potere di rovinarti una giornata o la vita intera se tu non gli concedi il permesso di farlo!

2°- IMPARA A DIRE NO

Ti è mai capitato che per compiacere qualcuno a cui vuoi bene, ti sei ritrovato a dire un “SI” a qualcun altro e un “NO” a te stesso?
È qualcosa che ti fa stare bene?

Essere educati e gentili, sentirsi una brava persona non comporta necessariamente dire sempre si.
Anzi, molto spesso, quando inizi a dire qualche no, riesci anche ad ottenere il rispetto delle altre persone che in questo modo riconoscono che sei abbastanza forte da scegliere di sostenere le tue decisioni.

Se la trovi una cosa difficile, quello che puoi fare è allenarti ogni giorno dicendo tre “no”, partendo da piccole cose (ad esempio su qualcosa che non ti va di mangiare, un programma alla televisione che non vuoi vedere, del tempo per te a cui non vuoi rinunciare, ecc). Questo piccolo esercizio ti aiuterà ad esprimere il tuo punto di vista e, allo stesso tempo, accettare quello degli altri.

Sperimenta come ti senti, cosa vedi e percepisci quando finalmente dicendo “no” ad altri, dici “si” a te stesso!

3°- FAI DELLE ATTIVITA’ CHE TI PIACCIONO DA SOLO

Tira fuori dal cassetto le tue passioni, riscopri cosa ti piace fare.
Molto spesso in una relazione in cui si crea dipendenza i propri interessi vengono annullati magari per passare più tempo con l’altra persona. Oppure ci si ritrova a fare ciò che piace all’altro finendo per non ricordarci nemmeno più ciò che ci appassiona.

È una scelta consapevole e felice o piuttosto senti dentro di te che stai rinunciando a qualcosa di importante?
Dedica del tempo a fare ciò che ti piace, per il gusto di farlo e scegli una o più attività che puoi fare da solo.
A tal proposito, ecco 3 semplici trucchi che ti aiuteranno a trovare più tempo per te.

Questo ti aiuterà a creare uno stato di benessere anche in assenza di altre persone, alla riscoperta delle tue passioni.
E se ti sembra di non sapere nemmeno più cosa ti piace fare, prova a ricordare cosa amavi fare da bambino!

4°- DEDICATI ALLA TUA CRESCITA PERSONALE

Quanto spesso vorresti cambiare gli altri, tanto da dimenticare che l’unica persona che può cambiare e lavorare su se stessa sei tu?
Spesso si dedicano un sacco di risorse ed energia a ciò che sta fuori di noi, trascurando la parte più importante, la nostra crescita personale.

Dedicare del tempo alla conoscenza di te, al tuo miglioramento e allo sviluppo dei tuoi talenti è qualcosa di fondamentale.
Che sia tramite la lettura di un libro motivazionale, la partecipazione ad un corso, l’inizio di un percorso individuale di Coaching o altro, nutrire il tuo interiore permette di prendere consapevolezza di ciò che ti blocca, farlo emergere e poter cambiare.

Uno degli aspetti fondamentali per vivere indipedenza nelle relazione è creare una solida autostima e distinguerla chiaramente dall’autoefficacia, i risultati che puoi ottenere o meno nella tua vita e che non hanno niente a che vedere con il valore di chi sei.

5°- CREA UN’INDIPENDENZA ECONOMICA

Soprattutto rispetto alla nostra famiglia o in una relazione di coppia, l’assenza di un’indipendenza economica potrebbe legarti all’altra persona anche rispetto al bisogno di denaro. Non avere risorse può comportare l’accettare dei compromessi scomodi, non prendere iniziative perché non puoi permettertelo.

Pensa a come creare un’entrata economica anche solo trovando un piccolo lavoretto partendo dalle cose che ami di più fare.
Sii creativo. Avere un tuo reddito, seppur limitato, ti permetterà di avere maggior libertà nelle tue scelte, nutrire le tue passioni ed essere più indipendente.

5°- DIVENTA IL TUO PRIMO SOSTENITORE

Invece di attendere che l’altra persona ti dia continui rinforzi sul tuo valore come persona o sulle tue competenze o capacità nel raggiungere obiettivi, quello che puoi iniziare a fare è essere tu stesso il tuo primo sostenitore.

Come cambierebbero le cose se non avessi più quel bisogno esterno, imparando a sostenerti da solo?

Se ad ogni piccolo passo verso un tuo obiettivo ti dessi una pacca sulla spalla, ti facessi un applauso, contassi tutti i successi che stai creando lungo la strada?

Se ci pensi bene sei l’unica persona che sta con te 24 ore su 24 dal primo all’ultimo giorno della tua vita. Non trovi sia grandioso e molto più funzionale essere il tuo migliore amico, sempre con te in ogni momento?
Non devi aspettare nessuno perché tu ci sei sempre!

Come cambierebbero le cose se riuscissi davvero a vivere una sana indipendenza nella tua vita?
E come sarebbe il mondo intero se ognuno di noi lo facesse?
Un mondo in cui regnerebbe molta più pace, dove ogni persona sceglie ogni giorno di volersi bene e quindi di amare in modo molto più completo, profondo e incondizionato anche gli altri!

Se ti è piaciuto questo mio articolo clicca “mi piace” e condividilo con i tuoi amici!

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca qui per iscriverti alla nostra community e ricevere gratuitamente una montagna di risorse per la tua crescita personale!

CLICCA QUI >>

Related Posts


Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •