Energia vitale: 2 suggerimenti pratici per tenerla sempre al massimo livello

Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Spesso sento le persone che mi contattano, lamentarsi della loro stanchezza, mancanza di chiarezza e concentrazione.

Voglio essere immediatamente diretto: il fatto di sentirsi distrutti a fine giornata non è normale, nè naturale.

Aver soltanto il desiderio di stravaccarsi sul divano a guardare la televisione non può essere un obiettivo di chi ambisce a realizzare i propri sogni.

Ma perché molti di noi arrivano a fine giornata così stanchi?

La prima cosa che bisogna comprendere è la qualità del mondo interiore.


Una domanda che spesso faccio all’inizio di un percorso individuale di coaching è:
“che tipo di pensieri hai mediamente e quali emozioni vivi durante il corso della giornata?”

E molti mi dicono di non essere in grado di rispondere a queste domande.
E’ da questa risposta che viene fuori il problema. E’ proprio qui che sta l’origine della stanchezza.

 

Vuoi sapere perché?

Immagina una botte con tanti piccoli fori intorno. Cosa accadrebbe se al mattino la riempissimo di acqua fino all’orlo?
Semplice. Durante il giorno i forellini disperderebbero lentamente tutto il contenuto e alla sera la botte ormai vuota dovrà essere nuovamente riempita.

Noi funzioniamo allo stesso modo…

Se dormiamo in condizioni normali, saremo riposati, carichi di energia e pronti a vivere al meglio la giornata.

Ma se già appena svegli iniziamo ad alimentare uno stato mentale improduttivo accavallando senza sosta e in modo automatico pensieri deboli e negativi, le emozioni che ne derivano, come paura, preoccupazione e frustrazione, si ripercuoteranno sul nostro corpo in forma di tensione, e debolezza.

In questo scenario è inevitabile che l’energia accumulata si disperda più velocemente. La nostra botte si svuoterebbe in fretta e noi saremmo preda di stanchezza, apatia e insoddisfazione.
Quindi…

Come fare per evitare che ciò avvenga?
Ecco 2 suggerimenti pratici:

 

1°- Tieni nota per almeno 1 mese tutto ciò che accade nel tuo mondo interiore. Mi spiego meglio. A fine giornata annota in un diario la tipologia di pensieri che hai prodotto mediamente e quali emozioni hai provato.
Come ti sei sentito? Come hai vissuto questo giorno dal punto di vista dell’umore?

Avrai una bella carrellata di ciò che ti accompagna durante il corso di una giornata. Solo allora potrai comprendere l’origine della tua stanchezza.

2° – Usa maggiormente la gratitudine. Inizia la giornata ringraziando e apprezzando tutto ciò che di bello circonda la tua vita. Fosse anche “soltanto” il fatto di essere vivo e vegeto. Un bel GRAZIE invece di “non ce la posso fare, che giornata di m.., mamma mia devo alzarmi, ecc…”.
Vedrai che se lo farai, anche solo questo piccolo gesto ti darà una bella sferzata di energia.

Se invece vuoi qualcosa di più, in questa pagina trovi 10 speciali tecniche di risveglio energetico ideate da uno degli esperti di discipline energetiche più importanti d’Italia, il Maestro Carlo Mea. Grazie a queste tecniche potrai ritrovare FORZA, BENESSERE E VITALITA’ in modo naturale, rapido e permanente.
Maggiori dettagli >>

Ricorda un principio su tutti: l’energia nasce prima dal tuo interno, e solo successivamente esce all’esterno. Se manca l’energia interiore manca anche quella esteriore.
Ti è piaciuto l’articolo? Clicca qui per iscriverti a questo blog e ricevere subito il tuo primo omaggio.


Related Posts


Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •