3 buone ragioni per NON trasformarti in una persona cinica

Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tempo di lettura stimato: 4 minuti e 31 secondi
Un capomastro lavorava da molti anni alle dipendenze di una grossa società edile.
Un giorno ricevette l’ordine di costruire una villa esemplare secondo un progetto a suo piacere.
Poteva costruirla nel posto che più gradiva senza minimamente badare alle spese.
I lavori cominciarono ben presto.
Ma approfittando di questa cieca fiducia il capomastro pensò di utilizzare dei materiali scadenti, di assumere operai poco competenti a stipendio più basso, e di intascare così la somma risparmiata.
Quando la villa fu terminata, durante una festa d celebrazione il capomastro consegnò al Presidente della società la chiave d’entrata.
Il Presidente gliela restituì sorridendo e disse, stringendogli la mano: “Questa villa è il nostro regalo per lei in segno di stima e di riconoscenza”.

“Chi la fa l’aspetti”, verrebbe da commentare.

Tuttavia spesso mi confronto con persone che sostengono quanto sia indispensabile per stare al mondo, farsi furbi, evitare di essere troppo buoni, competere con astuzia e “sgomitare” per emergere.

“Ho lavorato duramente 10 anni per la mia promozione; è arrivato l’ultimo di turno e in 1 solo anno ha ottenuto il posto che mi spettava e tanto desideravo. Proprio vero che a questo mondo non c’è giustizia e bisogna combattere per andare avanti”.

Oppure…

“Mia madre mi ha lasciato in eredità una somma molto importante con la clausola però di destinarne il 40% ad un lontano parente che proprio non sopporto.
E sai cosa ti dico?! Che rinuncio a tutto pur di non dare un solo euro a quello lì…”
.

Invidia, rancore, competizione, lotta… ecco in sintesi quello che i più credono riguardo la vita e le sue componenti principali di sviluppo.

Vedi anche: Invidia: come superarla (imparando) e come difenderci da chi invidia noi

Se vuoi stare al mondo devi essere una persona cinica, devi farti scaltro, furbo, non abbassare la mai la guardia e mantenerti sempre in trincea. Quando opportuno, tentare magari di fare qualche sgambetto qua e là per portare a casa il più possibile e accaparrare le limitate risorse che ci sono a disposizione.

Ma…. siamo davvero sicuri sia proprio così?
E soprattutto, è davvero questo il mondo che vuoi e cui desideri contribuire?

Beh, se pensi di poterti meritare di meglio, allora continua a leggere perché stai per scoprire…

3 buoni motivi per smettere di essere cinico e abbandonarti alla vita con serenità, tranquillità e fiducia… nonostante tutto

1°- RIDERE DI PIU’.

Pochi giorni fa esprimevo sulla pagina facebook del mio blog questa considerazione:

“I bambini ridono in media 400 volte al giorno. Gli adulti 15.
La domanda da porsi non è perché ridi…. quanto perché non ridi di più.”

Mi ha colpito il commento lasciato a seguire da un lettore.
Tre semplici parole di forza lapidaria: “TROVAMI UN MOTIVO.”

Caspita (pensavo), questa persona è a tal punto debole e priva di risorse da non trovare nemmeno più un motivo per ridere…

Mi sono venute subito in mente le parole rilasciate durante una intervista da Wayne Dyer, famosissimo scrittore e psicologo statunitense recentemente scomparso e cresciuto per molti anni della sua adolescenza in un orfanotrofio (dunque nulla di particolarmente promettente in quanto a sorte).

Questo è in estrema sintesi il succo del suo pensiero:

“ciò che distingue le persone di successo da tutte le altre, è la capacità che hanno le prime (rispetto alle seconde) di estrarre il meglio da ogni situazione quali che esse siano.”

Tu ce l’hai questa capacità…?

Posted by Bluemindsfactory on Martedì 22 settembre 2015

Magari la tua casa è troppo piccola e poco confortevole, ma ricorda che tutti i giorni riposi al riparo di un tetto e dei muri (e la realtà dei senza tetto non è pura fantasia).

Forse non condividi la politica del tuo governo e la relativa amministrazione, ma renditi conto che abiti in un paese che rispetta i diritti umani e tutela la libertà civile (aspetto per nulla scontato).

La vita non è per nulla piacevole se attraversata con il coltello tra i denti, ed è ovvio che con questo atteggiamento sia inevitabile perdere di vista tutto ciò che di buono e di bene ti stia circondando.

Tuttavia, smetti di sentirti sotto assedio… allenati a cercare il rovescio di ogni medaglia della tua vita e ti garantisco che scoprirai quanto sorridere sia semplice oltre che altamente salutare per il corpo e la mente!

2°- USARE SAPIENTEMENTE LA LEGGE DI ATTRAZIONE.

Se ti interessa approfondire questo aspetto, nella videolezione numero 20 del nostro corso online GRATUITO “30 giorni per la tua trasformazione personale“, apprenderai in maniera più specifica alcuni dei meccanismi fondamentali di questa potente legge!

Usare la legge di attrazione non vuol dire operare sulla base di ciò che vuoi ma piuttosto di ciò che sei.
Ognuno di noi è un catalizzatore di esperienze, situazioni, occasioni sempre in linea con la propria identità anziché volontà.

Dunque non ottieni ciò che desideri, ma ciò che è congruente con chi sei e cosa credi di poter ottenere/meritare.

Ti procurerai sempre di più di ciò in cui credi e confidi.
Pertanto, se sceglierai di essere una persona cinica, se ritieni che il mondo sia dei più furbi e che dietro l’angolo ti stia aspettando qualcuno pronto a fregarti, sappi che invariabilmente ti imbatterai in situazioni per nulla differenti dalle tue aspettative.

Ed ecco anche come un semplice pensiero costantemente confermato dai fatti e dalle esperienze, velocemente si trasformi nella mente in una convinzione assolutamente immutabile e incontrovertibile.

Per quale motivo capita tutto ciò?
Com’è possibile che si inneschi questo meccanismo?

Perché è molto più semplice individuare ciò che ti è familiare ed abituale, anziché ciò che ti è sconosciuto e pressoché ignoto.
E se la tua mente ha familiarità con ragionamenti prevalentemente preoccupanti e problematici, sarà esattamente quella la direzione che percorrerà e svilupperà.

Impedendoti di scorgere il sole dietro ad ogni ombra, così come le possibilità racchiuse in ogni difficoltà.

E tu… hai mai pensato a chi vuoi essere veramente?
Hai mai pensato a cosa fare/cambiare/pensare per attrarre veramente ciò che dici di desiderare?

3°- ONORARTI.

Immagina di vestire i panni di quel capomastro di cui ti ho raccontato all’inizio di questo post.
Immagina di essere una persona disonesta che crea occasioni a danno e inganno del prossimo…

E dimmi ora, considerando te ed il tuo referente, chi è la prima persona che stai truffando veramente?
Chi è colui che stai realmente tradendo? E chi è il soggetto a cui profondamente stai mancando di rispetto?

Sicuro di poterti escludere?
Sicuro di attribuirti il giusto rispetto e onore rendendoti autore di gesti e azioni che mancano completamente di quel significato?

Qualsiasi cosa tu faccia, pensi o dica, ricorda che prima di tutto è a proposito di te.
Tu sei il proprietario di tutto ciò che dici e fai, e ogni atto che manifesti non solo appartiene a te ma anche ti riguarda e descrive.

Pertanto evita di accenderti come un cerino ogni volta che la vita tende a (s)fregarti e scottarti; smetti di renderti autore di bassezze per nulla dignitose e degne di menzione, ed evita anche di credere che il mondo sia un campo di addestramento cui solo i più furbi sopravvivano.

Il mondo è dei MIGLIORI, di coloro che con le loro gesta hanno la capacità di contribuirne al valore e non certo al degrado; di quanti negli anni hanno reso grande il loro nome perché grande era il loro spirito.

E vorresti forse farmi credere che anche TU non meriti il meglio?!

Ora la parola a te!

Lasciati ispirare da questo post, raccontami la tua esperienza…i tuoi dolori e le tue gioie e lascia che la community di BlueMindsFactory ti offra il suo supporto!
Saremo onorati del tuo contributo.

Nel caso in cui desiderassi un aiuto lungo questo percorso, ricorda sempre che io sono a tua completa disposizione con le mie sessioni individuali di life coaching.

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca qui per iscriverti a questo blog e ricevere subito il tuo primo omaggio.


Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •