Come superare la paura di cambiare: una soluzione pratica!

Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Durata video: 7 minuti e 21 secondi
Tempo di lettura stimato: 5 minuti e 27 secondi
Ti è mai capitato nella tua vita di trovarti a metà strada tra il bisogno e la paura di cambiare?
Periodicamente la vita stessa ci chiama ad affrontare dei cambiamenti particolarmente impegnativi che mettono in dubbio ogni genere di certezza e sicurezza.

Ed è proprio in quei momenti che abbiamo bisogno di ritrovare tutta la nostra energia.

Spesso siamo proprio noi a sentire l’esigenza di osare, azzardare, immergerci in imprese ambiziose che diano maggior senso alla nostra esistenza salvo poi… tentennare ed arenarci perché frenati da miriadi di dubbi che ci impediscono di navigare fieri nel mare della trasformazione e delle avventure esistenziali.

In questo post ti propongo un esercizio utile a sciogliere le riserve delle tue insicurezze, superare la paura di cambiare e sostenere ogni passo che coraggiosamente avanzerai in direzione dei cambiamenti che la vita ti impone o suggerisce… per essere più sereno, e per smettere di avere paura anche quando perdi il sostegno delle tue certezze.

Munisciti di carta e penna e non appena avrai schiacciato il tasto PLAY… preparati ad abbandonare le certezze (o forse le sbarre) della tua consolante zona di comfort!

4 step pratici per vincere la paura di cambiare e aprire la tua vita a nuove sfavillanti opportunità

Se ti interessa approfondire questo aspetto, nella videolezione numero 9 del nostro corso online GRATUITO “30 giorni per la tua trasformazione personale”, scoprirai come uscire dalla tua zona di confort eliminando quelle abitudini stagnanti che ti impediscono di crescere e migliorare.

Sono certa che molto spesso anche tu, come me, hai a che fare nella vita con una serie di cambiamenti tanto necessari quanto indesiderati.

Una relazione sentimentale che è giunta al termine del suo amore e sviluppo, un lavoro che non ti soddisfa ed ormai è solo fonte di stress e tensione, una casa che sei costretto ad abbandonare malgrado i tuoi desideri e volontà, o ancora, un figlio che si trasferisce all’estero modificando drasticamente le tue aspettative e ambizioni familiari.

Una costante dell’esistenza di tutte le persone, qualsiasi sia il colore della loro pelle, l’età, il genere o il livello di cultura/istruzione…è il cambiamento.

Chiunque prima o poi si trova nella necessità di dover affrontare imprevisti e situazioni insperate, e altrettanto frequentemente tutti facciamo i conti con la paura di cambiare (magari chiedendoci: Ce la farò? Sarò in grado di…? E se poi dovesse capitare questo… o quello?!).

L’essere umano è per natura adattativo, ciò significa che tende ad abituarsi a situazioni e circostanze che cambia non senza resistenze.
Ti basti considerare che per molti è preferibile la certezza delle proprie quotidiane difficoltà, dinanzi all’incertezza di un futuro tutto da disegnare.

Non a caso nella mente dei più risuona a spauracchio il proverbio “chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che perde ma non quel che trova”.

Cosa fare dunque per ritrovare slancio ed energia in tutte quelle situazioni nelle quali è impossibile “restare”… in tutti quei frangenti in cui intuiamo che cambiare non solo è doveroso ma anche e soprattutto inevitabile?

Cosa fare per iniettare di coraggio il nostro animo e cuore, in modo da abbracciare i cambiamenti che la vita ci impone con serenità ed il giusto carico di risorse emozionali?

La soluzione pratica in 4 step

Ti propongo un semplice quanto utile esercizio che puoi fare ogni volta che la paura di cambiare ti mette addosso il peso dei dubbi e delle incertezze, ed hai bisogno di rinnovare di entusiasmo e fiducia i passi da camminare nel tuo futuro.
1° STEP – DESCRIVI L’OBIETTIVO
Per prima cosa, munisciti di carta e penna ed assicurati di restare indisturbato per almeno una decina di minuti.

Inizia facendo una descrizione del tuo obiettivo, della meta che profili all’orizzonte e per la quale ti senti fortemente incerto e preoccupato e temi di fallire.

2° STEP- LAVORA D’IMMAGINAZIONE

Il passo successivo sarà utilizzare la tua immaginazione per lavorare a tre ipotetici scenari che vediamo subito insieme, uno alla volta.
Immagina di lavorare alla realizzazione del tuo obiettivo e domandati:

  • Qual è la cosa migliore che potrebbe capitare?
  • Qual è invece la cosa peggiore?

In altri termini, ti chiedo di descrivere secondo un’ottica ottimistica piuttosto che pessimistica tutto quello che immagini potrebbe accadere.

3° STEP- DESCRIVI LO SCENARIO PIU’ PROBABILE

Ora, dato che nessuno possiede una sfera di cristallo e sa con certezza quello che realmente nel tuo futuro succederà, soffermati sullo scenario più probabile per approfondirlo con ulteriori domande, ovvero:
  • Stando a quelle che sono le situazioni più probabili che potrebbero accadere… cosa posso fare sin da ora per prevenirle?
  • E cosa posso fare invece per rimediare ad esse (posto che accadano)? Chi o che cosa potrebbe essermi d’aiuto qualora si verifichino queste ipotetiche circostanze?

A questo punto non c’è assolutamente ragione alcuna per continuare a preoccuparti dato che con questo step, hai appena trovato una strategia per rimediare ai tuoi dubbi e paure.
E qualora (qualora) una soluzione proprio non esistesse, l’esercizio che hai appena fatto ti permetterà di abbandonare le tue ansie realizzando d’aver fatto (e pensato) tutto quanto era in tuo potere pensare e fare.

4° STEP- FATTI LA DOMANDA PIU IMPORTANTE

Infine (ultima domanda) chiediti cosa rappresenti per te quel cambiamento… e quanto sia importante.
Chiediti:

  • Chi diventerò?
  • Cosa potrò ottenere per la mia esistenza?
  • Quale valore aggiunto conquisterò?

Per te ora alcune parole tratte dal film “Into the Wild”:

C’è tanta gente infelice che tuttavia non prende l’iniziativa di cambiare la propria situazione perché è condizionata dalla sicurezza, dal conformismo, dal tradizionalismo, tutte cose che sembrano assicurare la pace dello spirito, ma in realtà per l’animo avventuroso di un uomo non esiste nulla di più devastante di un futuro certo. La gioia di vivere deriva dall’incontro con nuove esperienze, e quindi non esiste gioia più grande dell’avere un orizzonte in costante cambiamento, del trovarsi ogni giorno sotto un sole nuovo e diverso… Non dobbiamo che trovare il coraggio di rivoltarci contro lo stile di vita abituale e buttarci in un’esistenza non convenzionale.

Ricorda che se non cambiasse mai nulla… non esisterebbero le farfalle.
Dunque: coraggio… e buon viaggio!

Ti aspetto nei commenti più sotto: fammi sapere cosa ne pensi e soprattutto, fammi sapere quanto questo esercizio è stato utile per te.

Ti è piaciuto l’articolo? Clicca qui per iscriverti a questo blog e ricevere subito il tuo primo omaggio.

Sharing is caring ! :-)
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •